STRADA DEL VINO DI MONTECUCCO

Questo itinerario fa parte delle Strade del vino della Regione Toscana e si propone come un percorso alla scoperta della tradizione enogastronomica che caratterizza i luoghi di produzione di questo vino; questa strada del vino attraversa le valli del monte Amiata e il paese di Cinigiano.

Il paesaggio offerto da questo itinerario è veramente unico e suggestivo, dove i campi coltivati sono numerosissimi e il moderno e l’antico trovano il giusto connubio; il percorso principale si sviluppa secondo cinque mini itinerari che permettono di vistare i piccoli borghi che fanno parte di questa zona del monte Amiata, come ad esempio i paesi di Sasso d’Ombrone, Montecucco, Cinigiano, dove si trova il centro informazioni sulla strada del vino, Seggiano,Castel del Piano e Montenero d’Orcia, che ospita il museo della vite e del vino.

Inoltre sono in fase di svolgimento alcuni progetti che riguardano la realizzazione di vigneti-museo a Poggi del Sasso e Montegiovi, che serviranno per salvaguardare il patrimonio vinicolo e le varietà autoctone di questi luoghi.

Il percorso principale della strada del vino Montecucco si snoda lungo i territori DOC della zona; inizia da Paganico, dove è possibile osservare le straordinarie mura risalenti al IV secolo, si continua per Sasso d’Ombrone, Poggi del Sasso, dove sarà possibile vedere le numerose aziende che si occupano della coltivazione e della produzione del vino DOC e  i Castelli di Vicarello e Colle Massari.

Proseguendo si incontra le Fattoria di Montecucco, nelle cui vicinanze sorgono molti agriturismi, continuando il percorso si arriva a Cinigiano, dove si potrà osservare il meraviglioso castello di Porrona; la tappa successiva sarà Montenero, che si caratterizza di alcuni edifici costruiti in epoca medievale, da questo borgo si arriva poi a Montegiovi, che ospita ogni anno, nell’ultima domenica di settembre la sagra della Bruschetta.

Il percorso continua verso i paesi di Montelaterone, Castel del Piano e Seggiano, che, che è sede della tradizionale festa dell’olio che si svolge in novembre.

Micropercorsi:

Uno dei mini percorsi permette di visitare i Castelli di Monte Antico e Casenovole, il percorso si snoda lungo le valli del fiume Ombrone e attraversa i borghi di Pari e Casal di Pari e Petriolo; su questa parte del territorio sorgono inoltre numerosi agriturismi e ristoranti.

Un altro micropercorso si sviluppa tra i paesi di Paganico, dove si svolge la sagra della ranocchia, e  di Civitella Marittima, nelle cui vicinanze sorge la Badia Ardenghesca e che comprende la zona DOC di Monteregio di Massa Marittima.

L’altro mini percorso invece parte dal paese di Campagnatico, citato da Dante nella Divina Commedia, all’interno del borgo è consigliata la visita del teatro comunale, la Rocca Aldobrandesca  e il palazzo del Pretorio; il percorso si svolge nelle valli della Maremma, e termina con la visita del paese di Cinigiano.

Parte invece dalla visita del borgo di Castiglioncello Baldini il quarto mini percorso; questo itinerario si sviluppa nelle immediate vicinanze della Riserva naturale di Poggio all’Olmo e del Monte Labbro.

Il percorso poi attraversa i paesi di Stribugliano e Cana, quest’ultimo borgo è una delle zone più importanti della zona DOC di Montecucco, qui si svolge ogni anno la festa della Biondina, dedicata alla castagna, all’interno del paese è possibile visitare la piazza con la cisterna realizzata nel periodo del dominio della famiglia dei Medici.

L’ultimo micropercorso che vi presentiamo attraversa i borghi di Sasso d’Ombrone, che ospita ogni anno la sagra del Capitone, Cinigiano e Monticello Amiata all’interno del quale è stato istituito il museo etnografico e la festa della Castagna.