GASTRONOMIA E PRODOTTI TIPICI

Il territorio del Monte Amiata offre un gran numero di prodotti tipici di altissima qualità che le aziende riescono a valorizzare sia nella produzione che nel commercio; per quanto riguarda la gastronomia locale si può affermare con assoluta tranquillità che i piatti sono ottimi di elevatissima qualità.

Nel comprensorio amiatino si svolgono ogni anno, in particolar modo nella stagione estiva,  numerose sagre, tra le quali ricordiamo quella del Fungo al Bagnolo dell’Acquacotta a Bagnore, dei Pici a Seggiano; inoltre ricordiamo la festa della Castagna ad Arcidosso, dell’uva a Cinigiano, dell’olio nuovo a Seggiano, della bruschetta a Sasso d’Ombrone; di rilevante importanza è il concorso Oliva d’Oro.

I piatti tipici della tradizione di questi luoghi sono i Tortelli con ricotta e spinaci, gli Gnudi che ben si accompagnano con il sugo ai funghi, al tartufo, alle noci e ai fiori di zucca, i pici, le Tagliatelle e le Pappardelle che ben si accompagnano con un sugo di lepre o cinghiale; di estrema bontà sono inoltre le zuppe e le minestre, in particolar modo l’Acquacotta, la Zuppa di funghi e la Minestra di ceci.

Tra i prodotti tipici di questo territorio quello che sicuramente è più importante è il fungo, che si presenta come ingrediente principale per molti piatti; estremamente famosi ed apprezzati sono inoltre i formaggi pecorini.

Per quanto riguarda i vini, un posto d’onore è riservato al Vino DOC di Montecucco; questo vino viene prodotto nell’azienda agricola di Castello di Monte Massari, nel territorio di Cinigiano.

Il vino prende il nome dalla piccola frazione di Montecucco, che fu dominio dell’Abbazia di San Salvatore; il riconoscimento DOC del vino riguarda le tipologie di Rosso, Sangiovese, Bianco e Vermentino.

-Montecucco Rosso: si costituisce di Sangiovese al 60% e peri il rimanente 40% è prevista le presenza di altri vitigni a bacca rossa, il colore è rosso intenso,l’odore è ampio e il sapore armonico e asciutto. Questa varietà si accompagna bene con salumi, formaggi e carni;

-Montecucco Sangiovese: si costituisce per l’85% di Sangiovese e per il rimanente 15% sono ammesse altre varietà di rosso il colore è rosso rubino, l’odore vinoso e il sapore è armonico;Questa varietà si accompagna con varie tipologie di carni, salumi e formaggi;

-Montecucco Bianco: questa tipologia di vino deve comporsi per almeno il 60%  della varietà di Trebbiano Bianco, è prevista la presenza di altri vitigni a bacca bianca  come Vermentino, Malvasia e Pinot in misura non superiore al 40%,il colore è giallo paglierino, l’odore è delicato e il sapore è asciutto e vivace; il vino si accompagna con minestre, antipasti e piatti di pesce.

-Montecucco Vermentino: questo vino si costituisce della varietà di Vermentino per l’85% e per il rimanente 15% è prevista la presenza di altri vitigni a bacca rossa, il colore è giallo paglierino, l’odore è delicato e il sapore è asciutto e vivace.

Del vino DOC di Montecucco sono sono previste le tipologie di Montecucco Rosso Riserva e il Montecucco Sangiovese Riserva, che hanno un invecchiamento di 24 mesi di cui almeno 18 mesi trascorsi in botti di rovere; questo vino si presenta con un colore rosso rubino , l’odore è ampio e vinoso e  il sapore è asciutto. Questi vini sono adatti ad accompagnare arrosti di carne e formaggi stagionati.