rocchette-di-fazioROCCHETTE DI FAZIO

Il paese si erge sulle valli del fiume Albegna ed è sicuramente uno dei più belli e dei più affascinanti del territorio; le prime notizie certe riguardanti Rocchette di Fazio si hanno intorno all’anno mille, fu dominio degli Aldobrandeschi ed in questo periodo il borgo prende il nome di Rocchetta perché le sue dimensioni sono limitate, il paese fu poi dominio degli Orsini e della Repubblica di Siena.

All’interno del paese sorge la Chiesa di Santa Cristina, che fino al 1884 era conosciuta come Chiesa della Madonna della Consolazione, all’interno la struttura custodisce un affresco risalente al 1700, una statua che rappresenta l’Assunta realizzata nel XV secolo e un dipinto del 1600 raffigurante la Madonna col Bambino tra San Domenico e Santa Caterina.

Di particolare interesse è la Via del Borgo che si costituisce di numerose stradine e vicoli; alla fine della via sorge l’Ospedale di San Tommè Apostolo, l’edificio si presenta con una struttura medievale e presenta numerose scritte ed incisioni attraverso le quali si è arrivati ad una possibile datazione intorno al  1330; questa costruzione è l’unica ancora esistente in tutta la Toscana.

All’interno del borgo troviamo inoltre Porta del Castello, il Palazzo del Pretorio e la Piazzetta dove sono ancora visibili alcuni portali e le scale della Prigione; un altro edificio degno di nota è la Pieve di Santa Cristina, la cui facciata è realizzata in travertino, la struttura fu costruita nel corso del XIII secolo e ospitava affreschi del quattrocento che in parte sono ancora visibili, oggi è proprietà del comune ed ospita alcuni locali pubblici.

Su un lato del paese si gode di uno spettacolo straordinario costituito dalle rocce di Rocconi, le valli del fiume Albegna e le pendici del monte Amiata e quelle del Monte Labbro.

Visitando il paese incontriamo inoltre i resti della Rocca Aldobrandesca che anticamente dominava sul paese, accanto alle sue mura inoltre si nota le presenza della cisterna che, realizzata molti secoli fa si presenta con una struttura in travertino; questo è il punto più alto del paese e da qui si gode lo straordinario panorama offerto dai territori circostanti Rocchette di Fazio.

Il paese donò i natali al conte Fazio, che fu il personaggio più importante della storia di questa frazione e proprio da lui la frazione prese il nome.